Via del Corso 18
(Piazza del Popolo)
00186 Roma / Italia

Tel. 0039 06 32 650 412
Fax 0039 06 32 650 449

E-mail:

Nome:

Cognome:



Leggi le recensioni su
Casa di Goethe
su TripAdvisor.

 

 

Roma | Casa di Goethe | 8.6 – 11.9.2016

In cooperazione con l’Istituto Italiano di Cultura | Ambasciata d’Italia, Berlino

Duecento anni fa veniva pubblicata la prima parte del Viaggio in Italia di Goethe. Per quest’occasione la Casa di Goethe ha invitato tre artiste che vivono a Roma a confrontarsi con il celebre testo. I lavori realizzati sono stati esposti da marzo a maggio 2016 all’Ambasciata italiana di Berlino. La mostra a cura di Maria Gazzetti è presentata ora alla Casa di Goethe di Roma in forma leggermente modificata.

Il lavoro artistico di Michaela Maria Langenstein (*1952 a Monaco di Baviera) è influenzato in modo determinante dall’Italia e dall’ambiente naturale di questa sua patria elettiva. Le sue collezioni di foglie e altri oggetti trovati per strada sono particolari. Per lei collezionare è una espressione artistica. Ha realizzato numerosi „ritratti di piante“ e fotogrammi di piante viste in diversi luoghi, tra cui nel giardino botanico di Padova dove si trova la cosiddetta „palma di Goethe“. Le sue fotografie in bianco e nero, ispirate dalla teoria goethiana della Urpflanze (pianta primigenia) mostrano strutture di foglie e vegetali. Durante il suo viaggio in Italia Goethe sperava nella scoperta della Urpflanze. Quando non riuscì a trovarla, cominciò a studiare le strutture delle piante, pensando di trovare in esse la pianta primigenia. Sono queste le tematiche sulle quali lavora Michaela Maria Langenstein nel suo confronto pluridecennale con il regno vegetale.

Da sempre Elisa Montessori (nata nel 1931 a Genova) sperimenta diverse tecniche artistiche. Il lavoro di Elisa Montessori è fortemente legato alla letteratura. Si è ispirata e ha reso omaggio ad autori come Francis Ponge, Rainer Maria Rilke, Dylan Thomas, Paul Verlaine, Derek Walcott, Robert Walser. Negli ultimi anni si è confrontata  intensamente con Goethe e i suoi lavori scientifici. E‘ affascinata dalla versatilità dell’autore e vede nella sua idea della Urpflanze il bisogno di riportare la realtà ad un unico principio che per Montessori rappresenta l’obiettivo di qualsiasi forma artistica. Oltre ai suoi dipinti ad olio e ai disegni la mostra presenta alcuni dei suoi numerosi “libri d’artista”, con vari disegni dedicati al Viaggio in Italia di Goethe ed ai suoi studi botanici. Il libro è inteso come variante morfologica, che, attraverso la lettura e lo sfogliare delle sue pagine, rappresenta la metamorfosi dell’apprendimento e della crescita – e quindi del tempo.

Anche l’artista Claudia Peill è nata a Genova (*1963). Nel suo lavoro predominano le fotografie, sulle quali interviene con la pittura (in passato usando anche delle resine). Ispiratasi al „Viaggio in Italia“ l’artista ha ideato appositamente per questa mostra dei polittici di grande formato che suggeriscono il concetto del movimento. Ha ripercorso il viaggio che Goethe ha compiuto verso se stesso, interpretandolo, non come un cammino verso una mèta concreta, ma come un complesso percorso umano ed artistico.

Come catalogo per la mostra di Berlino e Roma è stato realizzato il libretto “Con Goethe in Italia” con un saggio di Giuseppe Garrera.