Via del Corso 18
(Piazza del Popolo)
00186 Roma / Italia

Tel. 0039 06 32 650 412
Fax 0039 06 32 650 449

E-mail:

Nome:

Cognome:



Leggi le recensioni su
Casa di Goethe
su TripAdvisor.


 

Una mostra a cura di Giuseppe Garrera e della Casa di Goethe

Dal 30.11.2016 al 12.3.2017 la Casa di Goethe presenta con “Costellazioni 1” la prima puntata di una serie di esposizioni che racconteranno storie e tesori tedeschi rinvenuti a Roma da Giuseppe Garrera, ideatore del progetto.

La mostra a cura di Giuseppe Garrera e Maria Gazzetti, direttrice della Casa di Goethe, è pensata in primo luogo come un omaggio a Walter Benjamin, alla flânerie, al collezionismo, alle tante storie, ai tanti segni e passaggi di civiltà dispersi, in una metropoli, nei luoghi di scarico, robivecchi, cenciaioli, rigattieri, antiquari.

Il progetto delle Costellazioni prevede per i prossimi tre anni una mostra all’anno - presentando ritrovamenti tedeschi avvenuti a Roma, - tanti tesori che collezionisti, passeggiatori, bibliofili, recuperano,  “salvano”, in giro per Roma da case sgomberate di famiglie, studiosi e viaggiatori tedeschi: ruderi, segni, resti di naufragi che testimoniano passioni e tesori perduti (Roma, come nella Parigi di Benjamin, è ancora piena di bancarelle, mercatini, rivenditori in cui vanno a finire tuttora innumerevoli biblioteche e suppellettili di case di appassionati).

In questa prima messa in mostra dei ritrovamenti di un anno sarà possibile vedere, tra le altre cose, rare edizioni con grafiche di Manet e Renoir, stampe originali di Albrecht Dürer e Francis Bacon, autografi e lettere inedite, tutti recuperi fortunati e occasionali avvenuti per le strade di Rom che racconteranno le vite di Reinhard Dhorn, Ernst Stadelmann e Ernst Bernhard.

Ognuno di questi recuperi è anche frammento di una storia umana, di una presenza viva, spesso del passaggio a Roma di una biografia straordinaria che si è cercato di ripristinare: traccia legami, suggerisce avventure, perdite, e infiniti lutti. Nell’esposizione viene ogni volta specificato in quale punto della città sono stati rinvenuti o salvati quel libro, quella lettera, quella grafica, quel quadro. Alcuni dei rinvenimenti di Costellazione 1 provengono ad esempio dal mercato di Porta Portese, dalle bancarelle degli zingari di Piazzale Ostiense e dai rigattieri di Conca d’Oro. Colpiscono la dispersione e incuria di tesori reali e splendori e segni di civiltà e cultura: in quasi tutti i casi riguardano oggetti anche di alto valore monetario sul mercato, cosa che rende ancora più fantastico e assurdo il loro recupero in mercatini o magazzini di scarico.

La mostra offre al visitatore il piacere della scoperta e la sorpresa, quasi infantile, di perle e splendori e segni luminosi di vite, di famiglie, di interni privati salvati.

Giuseppe Garrera è musicologo, storico dell’arte, collezionista e coordinatore scientifico del Master in Economia e Management dell’Arte e dei Beni Culturali della Business School del Sole 24 Ore. Vive e lavora a Roma.