Museo - Biblioteca - Foyer italo-tedesco

A+ A A-

Grilli e polvere


Paesaggi italiani ai tempi di Goethe
Una mostra della Casa di Goethe a Roma

17.09.2013 – 19.01.2014

 

Dal 17 settembre 2013 al 19 gennaio 2014 la Casa di Goethe presenta una parte centrale della sua collezione: preziose serie di ACQUEFORTI di PAESAGGISTI TEDESCHI dell'EPOCA DI GOETHE e disegni dell'artista romano CARLO LABRUZZI. La mostra completa ed illustra molte osservazioni del celebre viaggio italiano di Goethe, e offre una vivace e tuttora affascinante immagine dei paesaggi naturali e culturali del "Belpaese" di allora.

Il punto di partenza per il “sogno italiano” degli artisti di quegli anni è un album gioiello del pittore HEINRICH COTTA (1791-1856) di Rudolstädt, le cui opere erano note a Goethe. Molte delle 65 raffinate e colorate incisioni all'acquaforte mostrano luoghi che aveva visitato anche il principe dei poeti di Weimar durante il suo soggiorno a Roma.

Inoltre nella mostra sarà possibile scoprire molti dei DINTORNI DI ROMA visitati dai viaggiatori del XVIII secolo. Il visitatore seguirà JAKOB PHILIPP HACKERT (1737-1807) nelle sue passeggiate nei Monti Sabini sulle orme del poeta latino Orazio, con WILHELM FRIEDRICH GMELIN (1760-1820) ammira i monumenti di Tivoli e con JOSEPH ANTON KOCH (1768-1839) scoprirà le aspre bellezze di Olevano e dei suoi dintorni - tra grilli e polvere.

Il viaggio in Sicilia di JAKOB PHILIPP HACKERT del 1777 fu un’impresa innovativa. Le sue impressioni, fissate in disegni e guazzi, sono divenute poi una serie di belle incisioni realizzate in collaborazione con BALTHASAR ANTON DUNKER (1746-1807).

ADRIAN LUDWIG RICHTER (1803- 1884) - le sue memorie ci raccontano la vita quotidiana degli artisti tedeschi a Roma come se fosse oggi - ha realizzato le sue “VEDUTE PITTORICHE DEI DINTORNI DI ROMA” molto dopo il suo ritorno a Dresda, dando così corpo alla diffusa nostalgia tedesca per l’Italia.

Con il romano CARLO LABRUZZI (1748-1817) la mostra presenta anche un artista italiano. Le sue 226 “Vedute di Via Appia”, tra cui una rappresentazione imponente delle antiche rovine di Minturno, furono realizzate dopo il 1789, commissionate dalla studioso britannico Sir Richard Colt Hoare. Oggi sono conservate nella Biblioteca Apostolica Vaticana, mentre altre versioni di queste vedute appartengono a collezioni internazionali. I sei fogli di Labruzzi qui esposti sono di proprietà della Casa di Goethe. Come disegni di confronto sono stati pubblicati nella recente monografia La Via Appia nei disegni di Carlo Labruzzi alla Biblioteca Apostolica Vaticana (Città del Vaticano, 2013).

Catalogo"Paesaggi italiani dell'epoca di Goethe, 200 pagine, 66 ill., 18 Euro
ISBN 978-3-930370-16-0.(Catalogo tedesco ISBN 978-3-930370-15-3)

Questo sito Web utilizza i cookie per gestire l'autenticazione, la navigazione ed altre funzioni. Utilizzando il nostro sito web, accetti che possiamo inserire questo tipo di cookie sul tuo dispositivo.