Museo - Biblioteca - Foyer italo-tedesco

A+ A A-

Borsista attuale

BORSISTA attuale

gennaio - febbraio 2020

Prof. Dr. Thomas Hauschild, etnologo


Foto: Franziska Richter

 

Projetto: La magia nelle fonti scientifiche, letterarie e artistiche nel Belpaese

Thomas Hauschild ospite della "Casa di Goethe" a Roma racconta:

L'etnologia moderna cerca di superare l'esotismo e i pregiudizi contro l’altro, ed è diventata una forma di antropologia culturale e sociale in stile comparativo.  Il mio approccio da etnologo è invece legato al tentativo di integrare proprio quegli elementi culturali "esotici” e oggi strambi negli studi della cultura europea: streghe, santi, società segrete, Babbo Natale, la Befana e fantasmi di ogni tipo.

A Roma sto cercando di trovare testimonianze letterarie per la religione popolare e la magia che ho studiato per molti anni nell’Italia meridionale, durante il lavoro empirico sul campo per il mio libro Magie und Macht in Italien (Magia e potere in Italia):  Dante, Carducci, cronisti eretici e studiosi letterari reazionari come Mario Petrucciani. Il mio soggiorno come "borsista" dell'"Arbeitskreis selbständiger Kultur-Institute" e della "Casa di Goethe"  mi ha dato questa bella opportunità. Qui mi piace non solo la bella sistemazione, ma anche il sostegno fornito dalle collaboratrici scientifiche della casa, la direttrice Dr. Maria Gazzetti, Dorothee Hock e la Dr. Claudia Nordhoff e da tutto lo staff  del museo intorno a Pina Middendorf.

Anche negli archivi della Casa di Goethe ho potuto trovare del materiale sostanzioso. Le biblioteche dell'Associazione degli artisti tedeschi romani del XIX secolo, l'ampia collezione di letteratura goethiana e i meravigliosi oggetti esposti mi forniscono conoscenze sulla spiritualità, sull'esotismo e, non da ultimo, sulle veggenti del primo Ottocento le quali mi stanno affascinando molto nella stesura del mio libro sui fantasmi.

E naturalmente  lo spirito di Goethe mi appare in questi ambienti, quando la notte , da solo al secondo piano della casa, sfoglio i grandi volumi del  Vormärz tedesco del 1848. Come faccio a liberarmi del fantasma? In Germania, il linguaggio giovanile ha ideato per questo un l’anatema appropriato,  titolo di una serie di film di successo (2013-17) del regista Bora Dağtekin: "Fack ju, Göhte!”

 

Questo sito Web utilizza i cookie per gestire l'autenticazione, la navigazione ed altre funzioni. Utilizzando il nostro sito web, accetti che possiamo inserire questo tipo di cookie sul tuo dispositivo.